Vampirismo: Tra antiche credenze e folclore popolare

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Lucone ha detto:

    Su una cosa vedo un’inesattezza, ovvero sul significato della parole “Dracul” in romeno.

    Ha un doppio significato, può infatti voler dire “Diavolo” oppure “Drago” e non “stregone”.
    L’appartenenza del padre di Vlad Tepes al cosiddetto “Ordine del Drago” era il motivo per cui alla sua casata è stato affibbiato il nome “Draculea” (letteralmente “del drago”, appunto). Il “Dracul” come diavolo ha comunque un’indubbia assonanza sui metodi utilizzati da Vlad Tepes, di cui si parla anche in un’enciclica della Chiesa che descrive i metodi del “tiranno valacco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline