Diffondi il verbo! Condividi!

L’innamoramento
Mal d’amore: chi non ne ha mai sofferto? Pensi e ripensi sempre alla stessa persona, sorridi se solo te la nominano, ti giri e ti rigiri nel letto ed improvvisamente sei felice e buono con tutto il mondo. Sei innamorato ed è stupendo. Anche le cose che prima ti sembravano brutte, quando sei innamorato acquistano una luce particolare.
Cos’è l’innamoramento? L’innamoramento è una serie di emozioni bellissime, forse per molti sono le più belle della vita. Sono emozioni che stordiscono e che rientrano nel “mal d’amore”, che può essere diagnosticato come un “disturbo mentale”che nessun medico o psicologo vuole prendere in considerazione. Ad esempio la gelosia ossessiva può portare anche a pensieri o azioni violente.
Ma cos’è che ci fa innamorare? E soprattutto, che differenza c’è tra innamoramento, amore e Amore? La gelosia ossessiva è davvero una manifestazione d’amore?
Proviamo a fare un po’ di chiarezza per capire meglio cosa ci accade quando ci innamoriamo.
Tra i sette specchi esseni delle relazioni ce n’è uno, il terzo, che spiega bene il mistero dell’innamoramento, o meglio… la magia dell’innamoramento. Facciamoci caso: noi ci innamoriamo sempre (o proviamo attrazione per) delle persone che in genere hanno qualcosa che noi vorremmo avere e non abbiamo. Ad esempio una ragazza che sa di essere fragile tenderà ad innamorarsi di un uomo molto forte, una persona che non ha potuto realizzare il suo sogno tenderà ad innamorarsi di chi quel sogno lo ha concretizzato, un ragazzo molto ansioso si innamorerà di una ragazza calma e così via. E’ bene capire che le attrazioni sono inconsce. E’ vero che noi abbiamo un prototipo di partner ideale ma poi nella realtà ci innamoriamo anche di chi in quei canoni non ci rientra affatto. Ebbene, il terzo specchio esseno ci dice proprio che ciò che ci spinge a provare attrazione per determinate persone è proprio il fatto che la nostra anima riconosce in quella persona qualcosa che noi non abbiamo… più! In un certo senso l’innamoramento è una sorta di furto, l’innamorato è come un ladro inconscio, è qualcuno che tramite l’innamoramento sta cercando di scoprire qualcosa di sé, di ritrovarla, di riappropriarsene. Ciò che ci attrae è l’energia che emana quella persona. Queste caratteristiche di cui noi ci dovremmo riappropriare non è detto che siano le caratteristiche che più apprezziamo nell’altro, anzi talvolta possono essere le caratteristiche che più ci infastidiscono, soprattutto nel caso delle relazioni karmiche, cioè derivanti da vite precedenti.

Le relazioni karmiche e le relazioni di dipendenza
Le relazioni karmiche solitamente sono relazioni lunghe, difficili e problematiche perché in esse c’è qualcosa da saldare. Ognuno di noi si ritrova a vivere (o meglio a ri-vivere) relazioni karmiche. Nessuno ne è esente, tranne gli illuminati. Spesso le relazioni karmiche, superata la fase di innamoramento, si trasformano subito in relazioni di abitudine o di dipendenza, ovviamente però ciò non significa che la relazione debba essere per sempre così. Quando una relazione sfocia nella dipendenza è perché evidentemente da quella persona dobbiamo imparare molto e in quel caso la dipendenza è l’unico modo per restare legati e, conseguentemente, per imparare. Le relazioni karmiche e di dipendenza in genere sono relazioni egoiche cioè guidate e governate dall’ego; di conseguenza in queste relazioni si potrà trovare gelosia e possessione ad alti livelli. Per evitare che la relazione in questione (che solitamente è una relazione molto tormentata) diventi troppo lunga è bene osservare attentamente il partner e comprendere che quella persona che noi spesso magari non sopportiamo o addirittura odiamo perché ci fa soffrire è forse il nostro più grande maestro travestito. Nulla accade per caso. Le relazioni di dipendenza (così come le altre) per poter avere fine non necessitano solo di una rottura “fisica”, per poterci separare davvero da una persona dobbiamo liberarcene interiormente. Un uomo che si lascia con una donna, se dopo due anni sta ancora a piangere per lei non se ne è liberato interiormente. La liberazione interiore avviene quando abbiamo appreso o interiorizzato la parte di quella persona che dovevamo accettare o quando a ivello inconscio… impariamo la lezione che era insita in quella relazione. Per fare ciò ci vuole molto tempo perché le cose non vanno solo accettate con la mente ma anche amate con il cuore. A questo punto ci si può aiutare con l’acqua diamante, la PMT , l’ipnosi regressiva, i sangeevini contro le dipendenze e i trattamenti energetici. Soprattutto dobbiamo chiedere aiuto alle nostre guide altrimenti dobbiamo semplicemente accettare la situazione, viverla senza giudicarla negativamente e aspettare con fiducia che tutto si sistemi da solo. Spesso il nodo karmico si scioglie all’improvviso, un bel giorno in cui noi neanche ce lo aspettiamo. A volte capita che le persone si “impuntino” nel voler capire o accettare la lezione di una relazione ma spesso “impuntarsi” non serve, non aiuta a capire. L’importante è accettare, sforzarsi di vedere oltre le apparenze avendo fede che il nodo si scioglierà quando sarà il momento migliore. Le relazioni di dipendenza sono molto più frequenti di ciò che si pensa. Riflettendo con sincerità scopriremo che quasi tutte le relazioni esistenti sono di dipendenza, nonostante ovviamente ci siano anche dei sentimenti sinceri ad alimentarla. Spesso non è che si dipende da quella persona in sé e per sé ma dalle emozioni che essa ci dà. Sovente ciò che ci lega ad una persona è “solo” il bisogno di sentirci amati, accettati e apprezzati. E questo è un bisogno grandissimo che in fondo al proprio cuore ha ognuno di noi. E pur di sentirci amati ed apprezzati a volte accettiamo di tutto e non riusciamo ad ammetterlo neanche a noi stessi. Sembra sorprendente come a volte, dopo anche dieci anni in cui abbiamo amato follemente una persona, la rincontriamo e non solo ci rendiamo conto che non la amiamo più ma ci restiamo anche amici. Quando accade questa cosa bellissima vuol dire che il nodo karmico si è sciolto. Finchè c’è odio o rancore il nodo non si è sciolto.
Voglio però precisare una cosa molto importante: sembra che le relazioni karmiche possano instaurarsi anche con le anime di fiamma gemella, se il rapporto con esse si è involuto nel corso delle incarnazioni.

L’amore
Ma se l’innamoramento è solo la fase iniziale di un rapporto e le nostre relazioni sono sovente di dipendenza cos’è l’amore? E l’Amore? L’amore con la ‘a’ minuscola è secondo me ciò che noi crediamo tale, è ciò che il più delle volte scambiamo per Amore. Ad esempio nelle relazioni di dipendenza noi spesso crediamo di amare la persona da cui dipendiamo ed effettivamente proviamo dei sentimenti molto profondi… ma nella maggior parte dei casi quello non è vero amore. E’ amore con la a minuscola. Ci sono persone che pensano di amare, sono convinte di amare ma non amano veramente, scambiano altre cose per Amore.

L’amore con la A maiuscola
L’Amore con la ‘a’ maiuscola è quello vero e poche coppie secondo me riescono a sperimentarlo. L’Amore è il rispetto assoluto per l’altra persona e per la sua libertà. L’Amore vero si prova col cuore e con l’anima, non con l’ego. Le coppie che provano l’Amore non saranno possessive l’una con l’altro ma si rispetteranno e si capiranno fino in fondo. L’Amore vero è quello che sicuramente sperimentano le anime di fiamma gemella. L’incontro tra due anime di fiamma gemella è qualcosa di fantastico perché le anime appena si incontrano riconoscono immediatamente la propria complementarietà ed è stupendo. Due anime di fiamma gemella si possono anche somigliare fisicamente e si incontrano quando entrambe sono giunte al medesimo livello di evoluzione spirituale poiché il loro compito è di ascendere assieme. Hanno una missione da svolgere ma non è detto che si incontrino in tutte le vite.

A questo punto sorge spontaneo chiedersi: se l’innamoramento è un modo per interiorizzare qualcosa di noi che non possediamo più… quando ci riappropriamo di questa cosa… l’amore finisce? Bè, secondo me le relazioni karmiche sono destinate a finire ma il vero Amore è per sempre.

Per la realizzazione di questo articolo ringrazio Sara.


Diffondi il verbo! Condividi!
ARTICOLI SIMILI E CORRELATI: