Diffondi il verbo! Condividi!

Nel profondo del deserto del Nevada si trova una base militare americana circondata da una tale segretezza che il governo degli Stati Uniti ne ha a lungo negato l’esistenza stessa. La base è stata costruita dalla CIA e tutti i piloti, l’equipaggio di terra e lo staff s’è dovuta ritirare dai relativi dipartimenti militari originari per prendere definitivamente residenza sul luogo. Come installazione della CIA, essa opera indipendentemente dagli altri dipartimenti governativi.
Ad oggi, diversi cartelli all’entrata avvisano tutti i visitatori che non hanno diritti costituzionali sul posto, e che unità armate difendono il perimetro.
Si tratta del segreto Ufologico tenuto peggio al mondo; ormai l’area è un punto di ritrovo di appassionati osservatori di UFO. Questa è l’AREA 51.

Cartelli Area 51
Costruita negli anni ’50 intorno alla base dell’Air Force di Groom Lake e vicina alla zona per i test nucleari del Nevada, l’Area 51 era un luogo ideale per portare avanti ricerche su velivoli di massima segretezza.
Si trattava di un’ampia superficia piana, ideale per celare piste d’atterraggio, pochi residenti in zona, ed una reputazione decisamente poco attraente per via dell’inquinamento nucleare nei paraggi.
Inizialmente è stata costruita essenzialmente per testare l’aereo spia U2, ma il programma fu un tale successo che tutti i velivoli segreti degli Stati Uniti confluirono in questa base. L’Area 51 è così cresciuta di dimensione, creando la sua piccola comunità e la striscia d’atterraggio fu aumentata ad una lunghezza di 3 miglia (quasi 5km).

Gli aereoplani Blackbird e Stealth furono sviluppati sul luogo, ed una innumerevole quantità di tecnologie sconosciute sono custodite negli hangar della base. Molta gente ritiene che queste tecnologie sono, letteralmente, di un altro pianeta e la base è attualmente un’area per testare e nascondere velivoli extraterrestri. Di notte, strane luci sono visibili sul cielo sopa la base, e molti osservatori ritengono che il sito nasconde enormi installazioni sotterranee.
Molte informazioni dettagliate sulle operazioni dell’Area 51 ci sono giunte da un uomo, Bob Lazar. Lazar è uno scienziato che è stato assunto da una compagnia chiamata EG & G nel 1989 che gli hanno detto di lavorare su un progetto di propulsione sul loro centro di test nei pressi dell’Area 51, su una base chiamata S4. Nelle conversazioni seguenti Lazar ha rivelato che lui e altri scienziati erano stati assunti per smontare un velivolo alieno e vedere se era possibile riprodurlo con i componenti terrestri. Come parte del loro lavoro, gli scienziati sono stati informati sul ruolo degli alieni nella storia della Terra, e Lazar ha anche sostenuto d’avere visto brevemente un alieno vivo presso la zona S4.
Lazar ha dichiarato di avere deciso, dopo del tempo, di ribellarsi contro i suoi datori di lavoro. La seera del 22 Marzo 1989 lui ed un suo amico sono usciti dalla strada del Groom Lake ed hanno osservato un volo di prova di un disco volante. La settimana seguente Lazar, il suo amico ed altre 3 persone, hanno visitato la stessa zona.
Hanno visto un disco volare, che Huff ha descritto come “un brivido per tutta la vita”. Il disco di cui hanno portato testimonianza era estremamente luminoso e brillante, e volava cosi’ vicino che si sentivano indietreggiare. La settimana successiva, tornando a casa da un altro giro per osservare UFO, il gruppo è stato avvistato e fermato dalle guardie che controllano le zone periferiche della base. Il giorno seguente Lazar è stato cacciato dal suo impiego dalla EG&G.
Lazar ha dichiarato che ci sono 9 dischi custoditi presso la S4.
Alcune delle cose inquietanti relative alla base sono più reali di altre. La strada del suo ingresso è nota come “l’autostrada della vedova” (Widow’s Highway) per l’alto numero di lavoratori della base che sono morti in seguito al contatto fatale con sostanze velenose. Alcuni esperti suggeriscono che l’area possa essere una discarica segreta per sostanze tossiche, piuttosto che una base UFO. In quel caso, i lavoratori sono giurati alla segretezza e non possono rivelare dettagli ai propri dottori su ciò con cui sono entrati in contatto.
Questo ha portato le loro mogli a dare il via a procedimenti legali contro il governo degli Stati Uniti, che aveva tradizionalmente negato l’esistenza stessa della base. Comunque, un’affermazione fatta nel Gennaio 2001 dal Presidente George W. Bush faceva riferimento alla “zona d’operazione nei pressi di Groom Lake” che è il primo riconoscimento ufficiale dell’Area 51. Ma Bush ha anche detto che il sito era esente da requisiti di rivelazione ambientale, così che le vedove stanno ancora lottando il loro caso. Ma, almeno, ora sappiamo per certo che questa zona non è solo frutto dell’immaginazione.


Diffondi il verbo! Condividi!
ARTICOLI SIMILI E CORRELATI: